ALTI E BASSI MA GRANDI SPERANZE

Appuntamento molto intenso per le sei ginnaste della Corpo Libero che hanno gareggiato il primo weekend di dicembre nel Campionato di Specialità – tre nella categoria senior e tre nella junior – dove ogni atleta può presentare al massimo due attrezzi.

Venerdì, per le junior, c’era in palio la qualificazione alla finalissima della domenica: Giulia Doria ed Enrica Jeni si sono presentate alla trave e al corpo libero, mentre Rebecca Longo al volteggio.
Grande emozione, quindi, che forse a portato le ragazze a commettere qualche errore di troppo. Giulia ha eseguito un buon esercizio al corpo libero, mentre alla trave ha mostrato qualche incertezza, piazzandosi, rispettivamente 21ª su 62 ginnaste e 37ª su 63. Per il prossimo campionato, sarà da migliorare senz’altro la nota di partenza.
Purtroppo, le cadute in entrambi gli attrezzi hanno compromesso la performance di Enrica che ha chiuso 46ª su 63 alla trave e 43ª su 62 al corpo libero.
Rebecca, alla prima esperienza in campo nazionale, ha eseguito un buon salto a volteggio, anche se non brillante come al solito, ottenendo così un 22º posto su 51 ginnaste.
Questo il commento del tecnico, Virginia Zanini: «ci tengo a fare un grandissimo applauso a Enrica e Rebecca che, nonostante i pochi allenamenti alla settimana sono riuscite a ottenere degli ottimi risultati in campo regionale e a qualificarsi per le nazionali. E questo grazie al loro impegno e alla loro determinazione durante gli allenamenti. L’obiettivo per il prossimo anno è quello di riuscire a entrare alla finale ad attrezzo».

Anche le gare del sabato non sono state ottimali per le ginnaste della Corpo Libero con Alessia Scantamburlo alla trave e al corpo libero, con Elisa Gardellin alla trave e al volteggio, infine, con Lisa Nascimben al volteggio e alle parallele.

Alla trave, a causa di esercizi poco precisi, Alessia ed Elisa si sono piazzate rispettivamente 30ª e 53ª su 61 ginnaste.
A sollevare il morale delle atlete, il 7º posto di Alessia al corpo libero, che ha eseguito un esercizio preciso ed elegante, qualificandosi così per la finale della domenica, dalla quale esce con un punteggio di 12,200 e con un buon 6º posto.
Al volteggio, nella finalissima della domenica, ha trovato il suo spazio anche Lisa, con un punteggio di 13,350 che ha valso anche a lei un 6º posto nazionale.
Peccato per quei pochi decimi che non hanno consentito, invece, a Elisa di passare alla fase finale, pur avendo eseguito un ottimo Yurchenko carpiato.
Infine, 15º posto per Lisa alle parallele, dovuto ai due errori commessi e che le sono costati la finale.

Le allenatrici, comunque, sono convinte che le ginnaste arriveranno in ottima forma al prossimo campionato di serie A.