IL CORPO LIBERO GYMNASTICS TEAM VOLA A BERNA. MATTIA TAMIAZZO INDOSSA LA MAGLIA AZZURRA PER GLI EUROPEI 2016

La squadra italiana si è presentata in ottima forma ai XXXII Campionati Europei di ginnastica artistica che si sono svolti a Berna dal 24 al 29 maggio. Arrivati nella città svizzera pronti a rifarsi dalla mancata qualificazione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, al Post Finance Arena di Berna gli azzurri ritrovano lo spirito che li ha contraddistinti prima a Stoccarda 2007 e poi a Londra 2012.

Tra i giudici internazionali convocati dalla UEG (European Union of Gymnastic) Diego Lazzarich, tecnico di casa Corpo Libero Gymnastics Team, porta i colori italiani in giuria come supervisor alla sbarra. Ma a Berna la bandiera Corpo Libero spicca anche tra il Team Italia: Mattia Tamiazzo è tra gli atleti impegnati in questo europeo insieme a Ludovico Edalli, Enrico Pozzo, Marco Lodadio, Andrea Cingolani e Paolo Principi.

IMG_9874

Dopo l’esclusione dal Test Event a Rio Mattia Tamiazzo, che sta riflettendo a fondo sul suo futuro di ginnasta, ha deciso di ripagarsi la mancata olimpiade partecipando alla competizione di Berna: “lo scorso giugno avevo pensato di ritirarmi, ma il mio allenatore Francesco Schiavo mi ha convinto a rimontare in sella e affrontare un’altra stagione. Una decisione che dopo un’estate di duro lavoro mi ha portato a conquistare il posto ai mondiali di Glasgow 2015. Purtroppo in Scozia non siamo riusciti a guadagnare la possibilità di partecipare alle Olimpiadi e questo è il più grande rammarico che un ginnasta possa avere”.

Tuttavia, gli atleti della ginnastica italiana si presentano in campo gara con rinnovato vigore e con punti 253.377 scalzano gli avversari spagnoli e si conquistano il settimo posto. “Vivo la ginnastica in modo più sereno rispetto a quando ero giovane – dice Mattia Tamiazzo – Quest’anno sono stato in forma, a parte un problema ai bronchi che mi ha debilitato, ma che sono riuscito a risolvere in tempo per la finale di serie A a Torino e i test per gli europei. Nonostante abbia fatto delle ottime prove, gli incastri ottimali per la squadra non mi hanno permesso di entrare in campo gara: certo gareggiare sarebbe stato un mio desiderio, ma sono comunque contento e orgoglioso dei risultati della squadra”. Effettivamente l’Italia può dire di aver portato a casa il novero di essere tra le squadre più competitive d’Europa, dimostrando la propria bravura e capacità tecnica.

Al contempo può vantare e festeggiare il proprio atleta in maglia azzurra la società patavina Corpo Libero Gymnastics Team, che proprio nel fine settimana del 3 – 4 – 5 giugno celebrerà la conclusione di un anno sportivo ricco di risultati con lo spettacolo JOBSil lavoro mobilita l’uomo. Durante la serata oltre agli agonisti saliranno in pedana anche le giovani promesse e l’enorme bacino di creatività che contraddistingue la società padovana con i numerosi corsi di Parkour, tessuti aerei, danza e ginnastica ritmica.

mattia tamiazzo 1