Mattia Tamiazzo. E la ginnastica patavina sogna il Brasile!

Da Rotterdam a Glasgow, 5 anni dopo

Mattia Tamiazzo prenderà parte ai mondiali di Glasgow, qualificanti per le Olimpiadi di Rio de Janeiro. La competizione inizierà il 23 ottobre per terminare il 31. La squadra maschile gareggerà il 26, data in cui si deciderà il destino degli atleti azzurri.

Dopo l’ottima prestazione agli assoluti di Torino, Tamiazzo si è riconfermato in Italia-Belgio e durante il raduno collegiale della squadra nazionale a Milano, è stato confermato come titolare della rosa dei sei italiani, che proverà a conquistare il pass olimpico.

La missione è difficile e l’obiettivo al momento per i ginnasti della nazionale maschile è quello di conquistare un posto per il Test Event che si terrà a Rio il prossimo aprile.

Dopo un’estate di sacrificio e di allenamenti, costantemente accompagnato dal suo tecnico Francesco Schiavo, Mattia è riuscito a svolgere una programmazione adeguata e a portare a termine delle prove davvero convincenti e importanti: dopo il primo test ad agosto, l’exploit di Torino con tre medaglie conquistate agli assoluti, il miglior punteggio alle parallele e una buona gara a Cagliari contro il Belgio, fino all’ultimo raduno nel centro tecnico federale di Milano.

Mattia si allena al Palaindoor, insieme a tanti ginnasti e ginnaste che frequentano i corsi della Corpo Libero Gymnastics Team a diversi livelli. Un orgoglio per la società ma anche una soddisfazione per la città di Padova che, come in tanti altri sport, dimostra davvero di primeggiare e di essere presente al altissimo livello in molte discipline.

Al di là di come andrà a finire, la società dedica un caloroso applauso al ginnasta che, dopo i mondiali di Rotterdam, ne ha passate di tutti i colori, subendo ben tre operazioni e rimanendo a lungo fermo in fasi di recupero delicate e complesse.