Serie A 2016: il punto dopo la seconda prova

Sabato scorso è andata in scena al Palarossini di Ancona la seconda prova del campionato italiano di serie A1 e A2.

In serie A2 la squadra maschile X-Team (società gemella del Corpo Libero gymnastics Team) si è piazzata in undicesima posizione. Pieri, Zillio, Marchesi e Murtas Simone hanno cercato di limitare i danni a seguito dell’assenza di Samuele Poddi causata da una brutta influenza.

I ragazzi hanno dovuto affrontare una gara in salita. Agli anelli, in prima rotazione, Murtas scivola con l’impugnatura durante l’esecuzione dell’avvitamento avanti di uscita cadendo a terra e portando a casa solo 10,70. Nel resto della gara capitan Pieri, protagonista di un’ottima prova, trascina con carattere i compagni di squadra fino alla quarta rotazione: la sbarra. Dopo due ottimi esercizi a questo attrezzo (13.300 Pieri e 12,700 Zillio) si avvertono i primi cedimenti soprattutto a livello psicologico e le performance poco precise al Corpo Libero e al cavallo con maniglie non consentono ai ragazzi dell’ X-Team di andare oltre l’undicesima piazza. Con il sesto posto della prima prova l’X-Team occupa ad oggi la nona posizione nella classifica generale a soli 2 punti speciali dall’ottava classificata (Città di Opera) e con 6 punti di vantaggio su Roma 70 che occupa la prima posizione della zona retrocessione.

Ora è importante recuperare le energie e riorganizzare il lavoro in vista della terza prova che si terrà al Pala Lottomatica di Roma il prossimo 2 Aprile  e che sarà una tappa fondamentale per le sorti del campionato.

In ambito femminile, sempre in serie A2, le Corpoliberine si riscattano dall’ottavo piazzamento della prova di Rimini e si aggiudicano ad Ancona la seconda posizione. Una super Elisa Michelon che sfiora i 52 punti sulle quattro rotazioni trascina le compagne Ricciardi, Scantamburlo, Breda, Nascimben e Rivaroli (in prestito dalla Palestra Ginnastica Ferrara) sul secondo gradino del podio a solo un punto e mezzo dalla prima squadra classificata (Centro Sport Bollate). Le ragazze di Michela Francia hanno condotto una buona prova, in particolare modo al volteggio, dove fanno registrare con 40,800 il miglior parziale della gara a quest’attrezzo. Il risultato arriva con una Sara Ricciardi non ancora al 100% della condizione. Sara infatti sbaglia a Corpo Libero e a Trave. Quest’aspetto fa ben sperare per le prossime prove dove con Sara in condizioni ancora migliori, la vetta della classifica non sembra poi così lontana.

In classifica generale, le ragazze del Corpo Libero Gymnastics Team si trovano ora in quarta posizione a parimerito con la ginnastica Sampietrina e a soli 6 punti speciali dalla zona promozione. 

In serie A1, il Corpo Libero Gymnastics Team consolida la terza posizione della prima prova di Rimini.

Orfani di Mattia Tamiazzo, fermo a casa per un principio di polmonite, i ragazzi allenati da Francesco Schiavo e Diego Lazzarich stringono i denti sacrificandosi al massimo per la squadra e compiono l’impresa. L’inizio gara non è stato dei più facili: i ragazzi iniziano la loro prova al cavallo con maniglie, dove l’assenza di Mattia si fa sentire; proseguono con gli anelli, in seconda rotazione, dove Tommaso De Vecchis (in prestito dalla Milano Gym Lab) è protagonista di un piccolo errore che non lo fa andare oltre il 12,80. Al volteggio (terza rotazione) arriva il riscatto della squadra: Zillio torna a saltare ai livelli a cui eravamo abituati, il suo avvitamento e mezzo gli vale un 14,200; Timmy conclude in piedi il doppio avvitamento così come il compagno Matteo Murtas. Da qui, attrezzo dopo attrezzo, la squadra scala la classifica fino a chiudere sul gradino più basso del podio e terminando la gara con tre super esecuzioni al corpo libero, tutte e tre sopra il 14,00. Menzioni particolari meritano Matteo Murtas, Andrea Gaddi e Nicola Ceccarello. Matteo è stato protagonista di un’ottima gara, regolare, senza errori e chiusa con un personale di tutto rispetto (80,20). Andrea, dopo l’errore nella prova di Rimini all’esordio alla sbarra, infila una buona esecuzione all’anello e torna sui suoi livelli alla sbarra (13,40) senza tirare ancora l’esercizio definitivo, mettendosi più che mai a disposizione della squadra. Nicola, oltre ad un corpo libero molto ben eseguito (14,100), risale sulle parallele dopo due anni dall’intervento alla spalla portando a casa un ottimo 13,00.

Attualmente la squadra di punta del Corpo Libero Gymnastics Team occupa la seconda posizione in classifica generale con 50 punti, a pari merito con la ginnastica Pro Carate. La vetta della classifica appare lontana (10 punti dalla Virtus Pasqualetti) ma se i ragazzi scendono in campo con la determinazione vista Sabato e con il contributo di Mattia Tamiazzo al cavallo, alle parallele e alla sbarra, si potrà provare ad aggiudicarsi le ultime due prove del campionato e perché no, tentare l’impresa.