Si conclude a Modena il Campionato maschile di Serie C1, C2 e C3: i corpoliberini danno grande dimostrazione di grinta e determinazione

Si e’ concluso al Palapanini di Modena il campionato Serie C1 C2 C3 di ginnastica artistica maschile. Il Corpo Libero Gymnastics team aveva guadagnato l’ambita finale con tutte e tre le squadre, ma per una scelta societaria e’ stato deciso di far partecipare le squadre di C1 e C2 per lasciare i piccoli della C3 più concentrati sulla competizione federale del prossimo weekend.

La sfida di qualificazione per la serie C1, che vanta un programma tecnico piu’ ampio rispetto alle altre categorie, e’ iniziata sabato mattina. Una bella ed emozionante gara per Kewin De Lorenzi, Riccardo Zorzan , Lorenzo Borin e Matteo Cecchini (prestito della Società Bengodi); con grinta, determinazione e concentrazione i ginnasti hanno svolto una routine sui sei attrezzi, pur con qualche sbavatura, senza nessuna caduta e dando prova di meritare un posto nella finale a 18 squadre la domenica pomeriggio: la classifica recita la 14a posizione su 40 squadre da tutta Italia.

Alla finalissima di domenica i ginnasti di casa Corpo Libero entrano in campo gara convinti di poter provare a scalare la classifica ancora di qualche posizione. Si prende la decisione di rischiare, portando elementi più complessi alla cavallina e modificando gli esercizi di De Lorenzi e Zorzan agli anelli e al corpo libero. Tuttavia la competizione non prende la linea del giorno precedente; a cavallina i ragazzi portano a termine degli esercizi senza cadute, ma meno puliti del giorno precedente, ottenendo dei punteggi non all’altezza delle aspettative. Agli anelli De Lorenzi esegue un buon esercizio, ma commette una caduta nel doppio di finale; Riccardo Zorzan  incorre in qualche errore di troppo e Matteo Cecchini presenta invece un buon esercizio. Seguono le rotazioni a volteggio e parallele, dove tutto procede secondo le aspettative con salti ben eseguiti al primo attrezzo; tuttavia qualche caduta alle parallele non aiuta la squadra a riprendere quota in classifica. Alla sbarra vince l’orgoglio di De Lorenzi e Zorzan, che svolgono esercizi di pregio, puliti, precisi e dinamici. A seguire tenta di replicare Matteo Cecchini, che purtroppo commette  una caduta. Ultimo attrezzo il corpo libero, dove Borin esegue un esercizio con troppi errori, ma si rifanno invece i compagni De Lorenzi e Zorzan che svolgono la routine con precisione .

Una nota di plauso a Kewin De Lorenzi, 8° in un’ ipotetica classifica individuale e 1°alla sbarra, e a Riccardo Zorzan, 2° allo stesso attrezzo.

La finalissima purtroppo relega i corpoliberini al 17° posto di una competizione che ha messo in luce a tecnici e ginnasti che siamo sulla buona strada, ma e’ ancora molto il lavoro da svolgere, sia a livello tecnico sia nella gestione della tensione della concentrazione.

Sabato pomeriggio e’stata la volta dei compagni della serie C2.

La competizione si è rivelata piu’ difficile per i più giovani e di conseguenza la qualificazione alla finale, considerando che al via erano presenti 60 squadre italiane. Tommaso Pierobon, Marco Ferrari, Tommaso Gauzzi, Devis Sacconi e Nicolo’ Salvador hanno però svolto con passione e sicurezza la loro competizione, senza errori e con la forza giusta per provare a centrare l’obiettivo. Tuttavia gli sforzi e il coraggio dei ginnasti non sono stati sufficienti per soli 3 decimi e mezzo e il 20o posto in finale lascia un un po’ di amaro in bocca.

Sicuramente quest’anno è servito per mettere meglio a fuoco le priorità e i miglioramenti da raggiungere in vista del prossimo campionato per arrivare ancora più preparati alla nuova sfida.

IMG_4783